St. Paul Trail, passaggio a sud-est

Venerdì 11 giugno Pierluigi Bellavite e Valentina Scaglia sono partiti per la Turchia, obiettivo: il St Paul Trail, un percorso che si addentra nell’Anatolia partendo dalla costa mediterranea con direzione sud-nord per circa 400 km.

Un trekking di venti giorni, seguendo i tracciati più diversi, le antiche rotte carovaniere dei monti Toros, esili sentieri sul margine dei canyon che ne segnano la complessa orografia, mulattiere dei pastori. Con una simbolica bussola, le tracce di San Paolo, grande viaggiatore del passato: il cammino segue le tracce del suo primo viaggio in Asia Minore.

San Paolo visse, insegnò e camminò per oltre 20 anni. Come un antico marinaio di terraferma, le sue rotte attraversarono l’Anatolia in ogni direzione. Passaggi, nomi dove la fantasia prende il volo, memorie legate alla storia e prima ancora al mito.

Il St Paul Trail parte dalla zona di Antalya, e raggiunge Yalvac, a settentrione del lago Egirdir. Una sua variante inizia ad Aspendos, dallo splendido teatro - tra i meglio conservati dell’antichità - 40 km a oriente di Antalya, fino a raggiungere il percorso principale. E’ questo il punto di partenza scelto. Il tracciato passa sul selciato medievale di Sarp Peak, dalla via romana di Adada, e dall’acquedotto romano di Yalvac. Si toccano villaggi pastorali lontani dal mondo turistico.

E’ un viaggio di scoperta: nessuna tappa è prefissata, il percorso è segnato solo in parte, le notti sotto le stelle e i rifornimenti dove possibile. Un viaggio lento in un paesaggio denso, intricato come un tappeto turco, valli profonde, fertili altipiani, aree steppiche, foreste e pascoli nella zona di Oren, seguendo il filo dei corsi d’acqua, come l’imponente fiume Aksu. Acqua che scintilla sul fondo delle gole formando salti e cascate. Notevoli i dislivelli: dal livello del mare si sale fino a 2.800 metri.

Il St. Paul è più selvaggio e meno conosciuto della Lycian Way, il percorso costiero reso noto dagli articoli del Times. Il Trail è stato ideato, percorso e descritto da Kate Clow e Terry Richardson nel 2004. Tuttavia, pochi gruppi l’hanno ripercorso integralmente.

La segnalazione del Trail è tuttora incompleta, anche se Kate ha risegnalato alcuni tratti nell’aprile 2010 con l’aiuto di volontari.

 

 

 Movimento Lento - facebook 

 Movimento Lento - Instagram 

You tube - Movimento Lento 

 

 

Privacy Policy

© Associazione Movimento Lento
C.F. 97601240159
Powered by itinerAria