Camino de la Plata

Mi chiamo Giuseppe Saraniti e ho 55 anni e vivo a Torino. Ho sempre sognato di fare un viaggio in bici e nel 2007 ho potuto coronare questo sogno perché sono partito da solo da Trieste e sono arrivato a Istanbul. L’anno successivo avrei voluto fare qualcosa di simile, magari verso l’Iran, ma come fare a coinvolgere anche mio figlio Federico in una simile avventura?

Federico ha 26 anni ed è un ragazzo autistico. Nel 2006 con il nostro tandem abbiamo viaggiato per circa 700 Km in Croazia. A Federico piace molto la vita all’aria aperta ed ha un’ottima resistenza alla fatica e andare in tandem gli piace molto. Quello che, però, non sopporta è il dolore che provoca la sella.

Quindi non me la sono sentita di fargli fare tutti quei chilometri sull’odiata sella.

Mi è venuta, allora, l’idea del Cammino di Santiago. Ce l‘avremmo fatta ad arrivare vivi a Santiago?

Siamo partiti il 1/07/2008 da Saint Jean pie de Port e  il 31/07/2008 siamo arrivati a Santiago in grande forma, più vivi che mai e senza aver mai avuto un attimo di cedimento.

Per mè è stato un viaggio nel viaggio. Ho conosciuto un paese come la Spagna, un sacco di gente proveniente da tutto il mondo, ma soprattutto ho conosciuto meglio le capacità di mio figlio.

Si dice che gli autistici cerchino di isolarsi nel loro mondo e che rifuggano il contatto con gli altri. Nel caso di Federico questa esperienza è stata tutto il contrario, infatti quando si arrivava negli alberghe era contentissimo di rivedere tutte le persone che ormai erano diventate nostre amiche riuscendo a controllare la confusione che inevitabilmente si crea quando devi trovarti il letto, devi fare la coda per la doccia, devi fare la coda per il bucato e devi fare la coda per preparare da mangiare.

E’ stato bellissimo vedere come persone mai viste prima e dalle nazionalità più disparate , si rapportassero con lui senza pregiudizi e preconcetti considerandolo uno di loro e cioè “un amigo del camino” come dicono gli spagnoli.

L’esperienza del cammino ci è piaciuta talmente tanto che l’anno successivo, nel 2009, siamo partiti da Arles e dopo due mesi siamo arrivati a Finisterre dopo aver percorso circa 1500 Km. Ormai la nostra media è di circa 800 Km al mese che è di tutto rispetto.

Nel 2010 siamo partiti da Le Puy en Velay e dopo 30 giorni siamo arrivati a Saint Jean pie de Port.

Quest’anno invece partiremo il 15/06/2011 da Siviglia per raggiungere Santiago attraverso il Cammino de la Plata. Ci porteremo con noi la nostra amata tenda, un fornellino ad alcool perché ogni tanto ci piace campeggiare anche selvaggiamente in piena autonomia e un carica batteria solare. Quasi tutto il peso lo trasporterò con un carrettino munito di una piccola ruota. L’anno scorso questo sistema si è rivelato molto efficiente.

Adesso non ci resta che partire per Siviglia dove, probabilmente saremo ospiti di Pepe e Dolores che nel 2008 abbiamo conosciuto sul Cammino di Santiago.

Buen Camino a tutti

Giuseppe e Federico 

 

 

 Movimento Lento - facebook 

 Movimento Lento - Instagram 

You tube - Movimento Lento 

 

 

Privacy Policy

© Associazione Movimento Lento
C.F. 97601240159
Powered by itinerAria