Lunedì, 15 Giugno 2009

GIORNO X. Castiglione dei Pepoli-Castel di Casio. 22 km

Lasciamo Castiglione dei Pepoli lungo il sentiero che conduce al lago articlficiale del Brasimone, e da li raggiungiamo in breve il bacino di Suviana contenuto da una diga realizzata al termine degli anni venti. Sulle sue rive incontriamo pescatori, bagnanti attendati e annoiatissime madri di famiglia che si lasciano abbordare da locali di mezza età motorizzati al grido di "Ehi villeggiante! dormito bene stanotte". 

A proposito di famiglia, questa semplice tappa di avvicinamento ci conduce a riscoprire le radici della mai nobile casata Brizzi, solidamente affondate a Castel di Casio. 

Dopo la cena nella locanda di famiglia, ci intratteniamo a bere li.

Bicchiere della staffa con Roberto e Rino, un uomo la cui esistenza sembra uscita direttamente da un romanzo di Mario Rigoni Stern: aiutante pastore di vacche a cinque anni fra le Dolomiti bellunesi, poi boscaiolo di frodo con lo zio, quindi sabotatore paracadutista, gelataio e capo cameriere in Germania, e attualmente artigiano maestro d'ascia, con il vizietto dell arrampicata. Ipse dixit : " io non ho problemi col vino è l'alcol che mi da noia"

N.B. Le tracce fornite non sono state rielaborate e potrebbero contenere errori della strumentazione incorsi nella fase di rilievo

 

 

 Movimento Lento - facebook 

 Movimento Lento - Instagram 

You tube - Movimento Lento 

 

 

Privacy Policy

© Associazione Movimento Lento
C.F. 97601240159
Powered by itinerAria