Mercoledì, 10 Giugno 2009

GIORNO V. Badia Prataglia-Campigna, 21 Km

Oggi ce la prenderemmo comoda, non fosse per il fronte oscuro di nubi che colma la volta del cielo.

Sembra quasi impossibile che piova dopo tanto patire il caldo, invece il temporale ci coglie mentre scendiamo dal colle che fa da GPM di giornata.

Tempo di raggiungere il Passo della Calla, dove una tabella informativa ricorda il sacrificio dei partigiani qui accerchiati e uccisi nel corso dei "grandi rastrellamenti" del '44-'45, e l’acqua si trasforma in grandine, candide biglie che ci piombano addosso a raffiche.

Nel giro di un paio di chilometri siamo pronti per essere strizzati, ma in testa ci rimane il racconto di quando questa stretta valle era rifugio di clandestini, renitenti alla leva e bande armate, e la strada che qui s’arrampica era presidiata dalle "teste di Tigre", torrette di panzer cementate a terra e reimpiegate come cannoni; basta il frastuono del temporale, la sensazione di essere dimenticati lontani da tutti, e il bosco di conifere introdotte negli anni '30 a fianco di faggi e castagni comincia a raccontare le sue storie.

N.B. Le tracce fornite non sono state rielaborate e potrebbero contenere errori della strumentazione incorsi nella fase di rilievo

 

 

 Movimento Lento - facebook 

 Movimento Lento - Instagram 

You tube - Movimento Lento 

 

 

Privacy Policy

© Associazione Movimento Lento
C.F. 97601240159
Powered by itinerAria