Prima della vetta, di R. Ferraris

La piena estate che accalda le pianure è l’unico momento adatto alle scalate in alta quota. A luglio e con l’anticiclone delle Azzorre al suo posto si possono varcare senza troppe sorprese i 3000 metri e anche i 4000, tornando a valle con il trofeo della conquista.

Trofeo tutto interiore: chi sale la vetta spesso altro non fa che portare il suo ego qualche centinaio di metri sopra quello degli altri. E quale vetta è maggiormente simbolica del Monviso, che pur essendo alto poco meno di 4000 metri (3841 per esattezza), si erge con un certo sussiego al di sopra delle limitrofe cime delle Cozie?

Bella idea, dunque, avventurarsi su un percorso alpinistico che, pur non facilissimo, non presenta le difficoltà di altre vette celebri. Tuttavia, chi non sente il bisogno di esperienze all’insegna dell’adrenalina, può fermarsi molto prima e perdersi in contemplazione del più importante bosco di pino cembro delle Alpi occidentali.

Il bosco dell’Alevè si trova proprio all’inizio della lunga salita che da Castello di Pontechianale porta verso il rifugio Quintino Sella, la meta intermedia che precede la gran giornata di scalata, e a cui l’alpinista in genere punta deciso, con scarsa attenzione a quegli alberi secolari e contorti.

I cembri dell’Alevè contano talvolta più di 500 anni e sono ammantati di lichene. Le fronde si specchiano nelle acque ferme del lago Bagnour. Muschio sulle rocce, profumo di resina. E se l’anticiclone delle Azzorre fa lo scherzo di mettersi al posto sbagliato, allora le fitte nebbie che calano dal vallone di Vallanta, compromettendo la salita alla vetta, aggiungeranno suggestione a una meno adrenalinica passeggiata nel bosco.

Poiché, infine, i pinoli del cembro sono commestibili, sarà buona idea concludere la giornata consultando i menu dei molti ristoranti e aziende agrituristiche, alla ricerca del «bonet» ai pinoli, dolce al cucchiaio della migliore tradizione gastronomica piemontese. Con questo ingrediente, possibile solo in val Varaita.

https://www.facebook.com/sharer/sharer.php?u=/it/resource/blog/RobertaFerraris/prima-della-vetta-di-r-ferraris/&src=sdkpreparse

 

 

 Movimento Lento - facebook 

 Movimento Lento - Instagram 

You tube - Movimento Lento 

 

 

Privacy Policy

© Associazione Movimento Lento
C.F. 97601240159
Powered by itinerAria