L’avventuriera

Sarah ha avuto un’infanzia selvaggia, immersa nella natura. Ad otto anni, in compagnia del suo cane, ha passato per la prima volta una notte in una grotta, senza dire a nessuno dove stavano andando. Il passo zero, presagio di quello che sarebbe diventata una volta cresciuta.

A diciassette anni ha lasciato la Svizzera ed iniziato a viaggiare da sola, diretta in Nuova Zelanda, innamorandosi perdutamente del ritmo del cammino. “Una prima entusiasmante prova, ma non ero per niente equipaggiata. Ho ancora in mente un momento di pioggia battente, io inerme per terra, piena di adrenalina e gioia nel sentirmi totalmente parte del creato”.

Oggi, da oltre 24 anni esplora la Terra in solitaria, chilometro dopo chilometro, per soddisfare il suo desiderio di scoperta e di comprensione della vita. In armoniosa solitudine con sé stessa e il mondo attorno.

Il suo curriculum di giramondo non ha eguali: ha percorso migliaia di chilometri in tutti continenti, attraversando gli Stati Uniti da Nord a Sud, calpestando l’Australia per oltre 14.000 chilometri in compagnia di un cane fulvo conosciuto sulla strada, solcando le terre degli Inca e tutta l’Asia centrale.

Tanto che, nel 2014, è stata premiata dal National Geographic come “Avventuriera dell’anno”.

Nel 2015 Sarah si è sentita pronta per la “sfida finale”.
Ha sempre voluto sopravvivere fuori della terra come gli aborigeni sono sopravvissuti per più di 60.000 anni. E’ scesa in elicottero nella parte più selvaggia dell'Australia, nella regione di Kimberley, lontana da ogni forma di civiltà. Lei, lo zaino e la tenda.
Tre mesi più tardi e 750 chilometri più a sud, è uscita dal deserto australiano con un ampio sorriso ed i biondi capelli arruffati. Felice.
“L’avventura è uno stato d'animo, un modo di vedere le cose. E' spesso un processo solitario che risveglia nelle persone principi fondamentali, scelte e curiosità. Partire per un'avventura, andare oltre i propri limiti: si sentono attraverso il corpo, i sensi e lo spirito le fondamenta del tuo essere, la tua vera natura”.

Potete seguirla nei suoi cammini passati e futuri sul suo sito sarahmarquis.ch

Martina Fabbri

https://www.facebook.com/sharer/sharer.php?u=/it/resource/blog/Redazione/lavventuriera/&src=sdkpreparse

 

 

 Movimento Lento - facebook 

 Movimento Lento - Instagram 

You tube - Movimento Lento 

 

 

Privacy Policy

© Associazione Movimento Lento
C.F. 97601240159
Powered by itinerAria