Articoli

Baccelli sulla carreggiata

Il maggio scorso, tra Sarzana e il mare, seguivo con millimetrica precisione la banchina della provinciale. Troppe auto a sinistra, troppe canne palustri sporgenti a destra. La bici con le borse, bersaglio facile per gli scalmanati in corsa per un posto sul bagnasciuga

Leggi tutto

Inverno nel mondo delle capanne celtiche (2)

Un'alba inusuale - Incuriosito mi alzo in piedi. Uno sbadiglio, una stiratina e mentre mi preparo un po’ di thè caldo con l’aiuto di un fornellino a gas, assisto ad uno spettacolo eccezionale quanto ricorrente: il sorgere del sole.

Leggi tutto

Pellegrini si diventa

Molti anni fa ho sentito un direttore d’orchestra e compositore francese, Pierre Boulez, raccontare come la musica prendesse forma nella sua mente durante i suoi pellegrinaggi da Parigi a Lourdes. Con lo zaino in spalla ed il bordone si incamminava

Leggi tutto

Inverno nel mondo delle capanne celtiche dell'Appennino

Salita notturna in solitaria - La sera è una di quelle che non si dimenticano facilmente. L’anno è il 2009, il mese è quello di Aprile, siamo sotto Pasqua ed io, dopo aver lasciato l’auto nel piazzale del bel rifugio delle capanne celtiche, mi accingo a camminare da solo, “io e la giubba” (io e la mia giacca), come dicevano i vecchi toscani quando volevano sottolineare di essere proprio soli

Leggi tutto

Ancora una volta…attraverso l’Himalaya

L’aria fina dei 4000 metri si fa sentire subito. Siamo al Passo di Rothang, spartiacque fra il mondo Indù e quello tibetano. Due culture affini, in parte sgocciolanti l’una nell’altra, si dividono: da una parte Shiva, dall’altra Buddha. Anche la natura, come le religioni, appare diversa nei due versanti…quasi appartenesse a due religioni diverse!. Lungo i tornanti sconquassati dalle enormi buche ed attraversati da un numero infinito di ruscelli e torrenti vari, il paesaggio è cambiato totalmente

Leggi tutto

Camminare con Ilaria

È un viso senza voce, un corpo giovane e delicato, un’esistenza fragile e spezzata di cui poco sappiamo. Jacopo della Quercia le ritrae bella sul suo letto di morte, fredda e marmorea, con un piccolo cane ai suoi piedi, a ricordare la sua fedeltà di giovane moglie e madre. Ilaria del Carretto non ha lasciato altra memoria

Leggi tutto

Nel paese del “Grande Traduttore”

In Italia della regione di Spiti non se ne sapeva un bel niente ma…dopo varie ed affannose ricerche iniziai ad entrare in possesso di alcune preziose informazioni sulla zona: La Valle dello Spiti (dal tibetano sPiti: “paese di mezzo”), chiusa al turismo dal 1953 a causa della guerra e delle tensioni indo-cinesi dell’epoca, è stata riaperta al turismo

Leggi tutto

Dal Po al Monte Bianco lungo la Dora Baltea

La partenza alla confluenza nel Po a Crescentino. Il viaggio quasi 200 chilometri fino alla sorgente glaciale ai piedi del Monte Bianco. Le soste a Villareggia, Ivrea, Donnaz, Ussel, Aosta, Morgex e l’ultima in Val Veny. Protagonista la Dora Baltea, l’unico fiume italiano dal regime nivo-glaciale.

Leggi tutto

Viaggio nello Spiti, la culla del buddismo tibetano

“Dimmi la verità Fosco, supponiamo che tu non abbia gli acciacchi dei tuoi, peraltro ben portati 87 anni e tu possa, per ipotesi, scegliere di visitare una regione tibetana che non conosci. Dove andresti?”. “Non avrei dubbi Gianfranco, vorrei tanto recarmi nella Regione dello Spiti, situata nello stato indiano dell’Himashal Pradesh

Leggi tutto

CamminaCreta: motivazioni ed impegni

MOTIVAZIONI DEL VIAGGIO - Cosa mi ha spinto a organizzare il CamminaCreta? Prima di tutto ci sono i motivi pubblici: contribuire al rilancio dell'E4 a Creta, raccontandolo in tutti i suoi aspetti, dalla vita a Creta alla traccia gps del percorso. Ma voglio anche raccontarvi qualcosa delle mie motivazioni personali

Leggi tutto

Il Po a piedi - da Pian del Re alla vetta del Monviso

Il mio cammino lungo il Po non si è concluso a Pian del Re, ma ha avuto come epilogo la salita alla vetta del Monviso. Alta 3.841 metri, questa meravigliosa piramide è visibile da gran parte della pianura padana occidentale e a sud del Gran Paradiso e fino al mare non ha confronti.

Leggi tutto

Sale amaro, sale dolce

Ho incontrato una pianta veramente coraggiosa, che prova a crescere su un terreno infido, dove non deve affondare troppo in profondità le radici, altrimenti muore. Il terreno non è velenoso, è solo molto, molto salato. Di norma il prugnolo (Prunus spinosa) preferisce le morbide colline della Romagna

Leggi tutto

Il Nordic Walking

Circa 5 anni fa sono andato, quasi per coriosità, al corso base per imparare il nordic walking. Mi si è presentato un giovanotto pieno di entusiamo e molto preparato al quale, dopo essermi presentato, ho chiesto: “Ma secondo te, caro amico, dopo 40 anni di camminate e trekking in tutto il mondo, che cosa dovrei ancora impare?”

Leggi tutto

Il Po a piedi, dal delta alle sue sorgenti (3)

Per bere le acque pure delle sorgenti occorre lasciare la pianura e percorrere la breve e selvaggia valle Po. Il torrente che s’intravede nelle gole non lascia certo presagire il pigro scorrere che caratterizza buona parte del cammino del grande fiume.

Leggi tutto

Camminare per la Pace

Non so se vi ricorda qualcosa la data del 15 febbraio 2003. Gli Stati Uniti stavano per invadere l’Iraq, e il mondo si mise in cammino. Erano state più di seicento le città in tutto il mondo dove, sabato 15 febbraio, si sono svolte manifestazioni pacifiche contro la guerra e sono state più di 110 milioni le persone che vi hanno preso parte.

Leggi tutto

Il Po a piedi, dal delta alle sue sorgenti (2)

Nel medio corso del Po c’è un luogo che ho conosciuto nel lontano 1982, durante la mia risalita del fiume, e che vi invito a scoprire, magari aspettando i primi giorni più freschi di settembre.

Leggi tutto

"Relazione complicata" tra treno e bici

Tre giorni di viaggio lungo la Via Francigena in Val Susa con la bicicletta: sulle emozioni, le scoperte, gli incontri, scriverò. I tre giorni, ma soprattutto il ritorno in treno, sono stati fonte di infinite domande senza risposta

Leggi tutto

Il Po a piedi, dal delta alle sue sorgenti

Per me il fiume ha sempre rappresentato un mondo pieno di fascino. Figuriamoci l’interesse che potevo avere per il Po, il fiume più lungo col nome più corto!

Leggi tutto

25 anni di Trekking

Il mio primo viaggio a piedi fu la Grand Randonnée in Corsica. Quando iniziai a camminare, non a camminare

Leggi tutto

L'ospite inatteso

E’ sabato, ho appena finito di tagliare l’erba, altissima dopo due mesi di assenza da Casa Francigena.

Leggi tutto

 

 

 Movimento Lento - facebook 

 Movimento Lento - Instagram 

You tube - Movimento Lento 

 

 

Privacy Policy

© Associazione Movimento Lento
C.F. 97601240159
Powered by itinerAria